Tartarugati. Come sennò?

Preparatevi: quest’estate saranno due le tartarughe da “indossare” sotto il sole. Ma se una ci spaventa perché ha a che fare con l’esercizio fisico last minute, la fatica in palestra e la nostra innata pigrizia, l’altra è di tutt’altro genere e contribuisce al nostro buonumore in quanto sottolinea il nostro innato sex appeal. Fuor di metafora: la prima tartaruga è quella più o meno scolpita sul nostro addome; la seconda è quella che avvolgerà i nostri occhi proteggendoli dal sole e arricchendoli di un tocco glam un pizzico retrò. Perché è vero che l’estate è la stagione dell’eccesso e dell’eccentricità, ma guai a riporre la classe negli scatoloni del cambio stagione che finiscono in soffitta. Anzi. Il perfetto connubio tra novità e tradizione sarà il karma per chi ama farsi notare non per ciò che fa ma per ciò che è. Dunque: occhiali da sole minimal, oversize, squadrati, super tondi, e chi più ne ha (fantasia) più ne metta, sotto l’ombrellone. Purché tartarugati. Se poi non vi interessa attirare l’attenzione del bagnino, fate voi…